ARTISTA   A. M. Gobì

“Io dipingo i miei sogni.”

Artista Veneziano, proviene da una famiglia da sempre nell’ arte: il nonno era Maestro orafo, il padre pittore decoratore e restauratore.

Fin da bambino dimostra una grande predisposizione ed interesse per le belle arti, pittura e poesia in particolare. Come molti altri maestri contemporanei comincia a dipingere per hobby, ma ben presto dimostra doti non comuni, non solo nella fantasia ma anche nella tecnica, doto che lo spingono a partecipare a molte manifestazioni e concorsi con conseguente grande consenso di pubblico e di critica, ha esposto infatti a Barcellona Toledo e Madrid, Parigi, Basilea, New York, Berlino, Lugano Svizzera, Dallas e molti altre importanti come Museo DI Monreale, Biennale di Mantova Museo Gonzaga, mostra permanente in gallerie Venezia, Torino, Parma.

Attraverso le sue tele a tematica veneziana si riesce a vedere la sua amata città, Venezia, sia la classica fatta di scorci campielli e ponti, sia quella onirica dove la magia del soggetto si aggiunge la magia ed il sogno dato dal colore e dalla fantasia.

I dipinti onirici e fantastici invece esprimono la sua interiorità a volte triste, a volte gioiosa ma sempre ironica e sempre oltre la razionalità, interiorità che permette di vedere sentire e scoprire i veri valori come la bellezza e l ‘ armonia.

Il grande Tono Zancanaro, visitando alcune mostre del Mencini affettuosamente così scrisse: “la fantasia ed i colori del Mencini trasformano e danno una nuova luce al campo artistico e pittorico , creando una tematica evolutiva , espressione di messaggi poetici rivolti all’ umanità. Sensi di umana sofferenza, di dolcezza e di solitudine prevalgono nella tematica di questo Artista.

Il Prof Paolo Levi così ha premiato il mencini : “per la testimonianza stilistica esempio di valida creatività.” Importante critica del Prof. Vittorio Sgarbi Prof. Philippe Daverio e molti altri come molte le Pubblicazioni: tra le più importanti IL QUADRATO, COMANDUCCI ANNUARIO COMED, ATLANTE DELL’ ARTE CONTEMPORANEA EDITO DE AGOSTINI e moltissime altre.

LE MIE OPERE