ARTISTA   Carla Freddi

“Carla Freddi.”

Dotata di capacità e sensibilità artistiche, continua la ricerca della linea inafferrabile, fortemente desiderata e già tracciata in Orizzonti: occhi attenti e cuore aperto alla ricerca del “sentire al femminile”.

Il percorso dell’artista si sviluppa secondo tematiche d’elezione: l’amore per la natura, che non finisce mai d’ispirarla ed emozionarla, la vita quotidiana nella famiglia così coinvolgente, la passione, la maternità, il sociale, il lavoro e i viaggi.

L’artista dialoga con i colori, che si lasciano catturate dal tratto vigoroso: escono di getto dal suo cuore, penetrano nella tela intesa come spazio infinito.
I colori sono l’espressione del linguaggio della pittrice, la cui tavolozza ne è ricca: tinta dense, sfumate, trasparenti, diluite fino all’acquosità. La tecnica usata è l’olio.

Le armonie cromatiche, che contraddistinguono i quadri di Carla Freddi, si fondono sia con le linee geometriche sia con le forme evanescenti; le gradazioni tonali sottolineano le forme, che escono spontanee a rappresentare il vissuto dell’artista.

Le pennellate, più che una forma,seguono un’idea, un andamento emozionale che non fa riferimento a sagome reali. Il concetto astratto trova la sua ragione in queste esecuzioni: la realtà soggettiva dell’artista si mostra al visitatore suggerendogli momenti di riflessione personale. Il colore è il protagonista della scena con la sua realtà espressiva, ora molto rumorosa ora capace di estrapolare suoni leggeri o argentini melodie circolari, pause e altro. Lo spazio è gestito con sicurezza. Una linea ricorrente suggerisce una “filosofia di vita”, che invita a guardare in avanti verso la magia di un orizzonte bianco, che è la sintesi di tutti i pigmenti della luce, possibile sinonimo di pausa, silenzio e speranza.

In alcuni dipinti, la sovrapposizione dei colori crea movimento e plasticità; per Carla, la pittura à il canale che le permette di portare un contributo personale di poesia e di bellezza in questa vita, è la modalità che l’aiuta a superare i momenti difficili e a spiegare con l’arte la sua “arte di vivere”.

LE MIE OPERE