ARTISTA   Valeriano Lessio

“Valeriano Lessio.”

Valeriano Lessio ha sempre manifestato amore per ogni forma di arte e una naturale predisposizione per la pittura. Fin da ragazzo è stato affascinato dalle opere dei grandi maestri e si è cimento nella riproduzione di alcune tavole incoraggiato anche da uno zio che gli ha regalato una valigetta di colori ad olio e lo ha spronato a  continuare a conoscere ed approfondire le opere d’arte e ad indagare e coltivare il suo talento. Ha frequentato con entusiasmo e successo numerosi corsi d’arte, implementati con la pratica di laboratorio sotto la guida di noti maestri veneti. Inizialmente, Valeriano, è stato attratto dalla pittura figurativa  sperimentata utilizzando l’olio  ed in seguito arricchita  da materiali che spalmati sulla tela prima di dipingerla, conferiscono all’opera brillantezza e movimento;  sono di questo periodo i ritratti, le nature morte, i paesaggi e le maschere a Venezia che il pittore interpreta in vari modi dando una nuova vita anche agli  storici palazzi della città. Decisamente importante nella sua formazione è stata la realizzazione di opere su tavola con l’uso della tempera che segnano il periodo iperrealista, in cui i soggetti prendono vita raccontando una loro storia con una dovizia di particolari stupefacente ed una ricerca di base veramente unica per creare armonia fra i vari elementi. Il suo eclettismo lo porta ad un epilogo mentale di tutte le parti della storia dell’arte e lo conduce a percorrere strutture che gli consentono di sperimentare l’informale, arricchendo i suoi paesaggi di linee e colori con accostamenti personali ed inusuali segno di una ricerca e di un equilibrio colto nella sua immediatezza.

Valeriano Lessio in seguito sperimenta anche l’astrattismo che assume vigore ed energia in funzione del colore, quale testimone del proprio percorso artistico e diviene il suo naturale modo di esprimersi. Ha cominciato a farsi conoscere nel 1992 e da allora non ha mai smesso di esporre le sue originali opere in eventi che lo hanno portato a Milano, Venezia, Roma, Bologna e nella riviera adriatica. Nel Veneto si è mosso in maniera attenta e qualificante. In Europa a Monaco e a Barcellona, al museo Dalì di Berlino e al museo di Brugge in Belgio e anche in Canada. In Italia è stato invitato in spazi istituzionali di prestigio, recentemente ha esposto al museo del mare di Genova nel giugno 2015 e presso la Cancelleria Apostolica Vaticana a Roma nel novembre 2016. Riferimenti bibliografici dell’artista si trovano nel prestigioso Catalogo Mondadori e nel Sole 24 ore cultura.

LE MIE OPERE